GRAZIE!

Grazie per esserti iscritto alla newsletter del Collegio Immacolata.

x

Tutte le Notizie della Scuola

Inserisci la tua mail e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre novità e proposte educative.

x

Open Day

Compila i campi qui sotto per prenotare la tua visita alla scuola.

Sono interessato a:
Scuola dell'Infanzia
Scuola Primaria
Scuola Secondaria di primo grado
Parteciperò all'Open Day in data:

Laboratori Terze Della Scuola Primaria

LABORATORIO DI MUSICA

Finalità

L’attività laboratoriale in piccolo gruppo permette all’insegnante e ai bambini di lavorare con modalità diverse dall’ambiente classe. Le proposte dell’insegnante vengono immediatamente rielaborate dal gruppo, che interviene, manipola, crea esso stesso. Un gruppo così armonico ed unito può dar vita a forme di educazione che percorrono nuove modalità e implicano strategie diverse dall’insegnamento unidirezionale, nonché l’integrazione di bambini più timidi. Il coinvolgimento dei bambini è sostanzialmente più attivo, la partecipazione spontanea e attraverso attività anche ludiche, si esplora il mondo musicale nei suoi molteplici aspetti.

Obiettivi

  • Saper ascoltare e memorizzare le manifestazioni sonore e musicali più disparate;
  • Saper far uso della voce parlata, con corretta pronuncia e più carica espressività;
  • Saper manifestare la propria corporeità attraverso la musica;
  • Saper esternare la voce in forma cantata con precisione e ricchezza emotiva;
  • Saper manipolare e suonare a tempo combinazioni ritmiche, poliritmiche, melodiche e armoniche;
  • Acquisire competenze grafico-musicali, sapendole leggere e interpretare;
  • Saper attribuire senso alla musica e acquisire attraverso essa conoscenze pluridisciplinari.

Attività

  • ASCOLTO: Sviluppo delle capacità di attenzione, concentrazione, discriminazione, memorizzazione, confronto. Ascolto di tracce musicali, stimoli sonori, ambientazioni musicali.
  • PARLARE: Sviluppo della capacità e attività di pronuncia, miglioramento fonetico-articolatorio, presa di coscienza del valore ritmico ed espressivo di un testo (filastrocca, poesia, coro parlato).
  • CANTARE: Sviluppo delle capacità di vocalità cantata, di gestione della respirazione, della propria intonazione, di attenzione alle diverse durate e dinamiche sonore, di evoluzione dell’espressività cantata (filastrocche cantate, canzoni didattiche, solmisazione, giochi cantati, interazione tra canto solistico e di gruppo).
  • SUONARE: Sviluppo delle capacità e attività ritmico-sonore e ritmico-corporee, per imitazione, seguendo partiture scritte o con ideazione del gruppo (body- percussion, strumenti ritmico-didattici, oggetti riciclati).
  • MOVIMENTO: Sviluppo della capacità di localizzazione del proprio corpo, di direzione, condotte motorie, azioni espressivo-motorie, gestione espressivo-emotiva, danza (movimento su basi musicali, gesti motori convenuti o ideati dal gruppo, mimo, semplici coreografie, giochi motori, danze popolari)

Metodologia

Le proposte musicali sono regolate dall’insegnante con gradualità, da attività più semplici, per amalgamare il gruppo e stimolare la partecipazione di tutti i bambini, ad altre più complesse, che lasciano spazio anche alla creatività dei singoli e del gruppo.

Si stimolano i bambini alla curiosità verso i vari aspetti del mondo musicale, alla capacità di manipolare testi, variare accompagnamenti ritmici e inventare giochi musicali, motori, espressivi.

L’attività è principalmente orale, attiva. L’insegnante fornisce talvolta schede operative o riassuntive, tracce ritmiche, testi di canzoni.

L’insegnante sceglie e orienta le attività anche in base alle richieste e al gradimento del singolo gruppo, tarando “su misura” progressione di difficoltà e risultati attesi.

L’attività si svolge in aula con i banchi per brevi momenti, più spesso in aula priva di banchi, con tappetone che permette i giochi in cerchio, di movimento, l’attività con piccoli strumenti ritmico-melodici.

LABORATORIO SCIENTIFICO

Gli alunni osserveranno  esperimenti e fenomeni riguardanti la luce  e l’energia impareranno a ipotizzare e  a conoscere con maggior entusiasmo le teorie e le leggi scientifiche che le regolano.

Gli alunni avranno modo di sperimentare e riflettere sulle innumerevoli capacità di cui sono dotati i nostri organi  attraverso approfondimenti teorici e specifici esperimenti, che li consapevolizzerà rispetto alla loro importanza vitale. Non solo, con un approccio scientifico amplieranno le conoscenze relative a specifici fenomeni chimici.

Inoltre ci si soffermerà sull’osservazione al microscopio di alcuni organismi, in modo da far cogliere agli alunni anche ciò che ad occhio nudo non è possibile percepire.

Tematiche degli esperimenti:

  • La materia e i solidi :le caratteristiche della materia : duttile, flessibile, rigido, fragile ……; l’annerimento di un solido, gli atomi e la composizione degli stessi e gli elementi.
  • I miscugli, soluzioni e composti : soluzioni e miscugli (soluto, solvente,emulsioni, sospensioni); livello di saturazione (satura; insatura; sovrasatura); formazione di un composto interazione tra materiali.
  • L’aria :dove si trova l’aria, che cosa c’è nell’aria, aria calda e fredda, la pressione dell’aria .                                                    
  • Il calore : effetti del calore; come si trasmette il calore: nell’aria, nell’acqua..
  • La luce : il colore  della luce, la luce si può colorare, la luce si riflette, rifrange e scompone..,    

  • Astronomia: perché le stelle tremano e la notte è nera, scoperta degli strumenti astronomici;
  • Energia:  l’energia potenziale gravitazionale, la forza d’inerzia, l’energia elettrica (un corpo si elettrizza e che cosa accade), l’attrito;
  • La forza d’inerzia
  • L’attrito
  • L’energia elettrica: un corpo si elettrizza e che cosa accade…
  • Chimica: la lievitazione
  • Le cellule animali e vegetali: osservazione al microscopio, caratteristiche;
  • Una cellula del sangue

Iscriviti alla Newsletter
per ricevere le informazioni e le news del collegio.